Categorie

Translate

Tanguear TV

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Apr    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Tango Evolution Radio

Articoli marcati con tag ‘Osvaldo Zotto’

Classe, tecnica ed eleganza, tutto sulla musica… da guardare e riguardare!

Un filmato d’epoca per due stelle di due generazioni

In questo video dimostrativo l’opportunità di ricordare un grande ballerino

Una bellissima trasmissione datata 1997 e tratta dal sito RAI Scuola sulle origini e le caratteristiche del tango . Tra i vari ballerini riconosco solo il grande Osvaldo Zotto con Lorena Ermocida. Il video è tratto dal film del Tango (a passo di…) diretto da Vittorio Nevano ed a cura di Lorenza Foschini.

Purtroppo il video è disponibile solo su PC, Mac e Android perchè alla Apple hanno deciso che su IPad e IPhone Flash non serve…

Il tango è la testimonianza storica e culturale di un paese complesso come l’Argentina, ma è anche e soprattutto l’espressione di un lirismo universale, nutrito di sentimenti eterni come la malinconia, la nostalgia, la sensualità, la passione, la rabbia. “Il tango – diceva Borges –è un pensiero triste messo in musica”. Il tango nasce alla fine del diciannovesimo secolo all’interno di un processo di immigrazione che vede milioni di europei riversarsi nelle città argentine, dove si stabiliscono anche molti i gauchos, i quali abbandonano il loro tradizionale nomadismo per cercare fortuna nei centri urbani. L’etimologia del termine, ancora incerta, sottende una serie di ipotesi interpretative gravide di suggestioni e rimandi, tra cui quello alla cultura africana. Il tango nasce quindi dall’incontro di culture e genti diverse. Tuttavia esso si è ormai affrancato dalle sue origini per venire definitivamente consacrato a danza di valore universale, una danza che, come sottolinea lo scrittore Ernesto Sábato, non ha niente a che vedere con le sequenze caricaturali dei film interpretati da Rodolfo Valentino.  Alternando sequenze coreografiche ad interviste a scrittori, registi e poeti argentini, l’unità propone un viaggio nel mondo del tango, un mondo che non è solo una musica e un ballo, ma anche uno stile di vita, un modo di sentire l’esistente. Tra i nomi più illustri della storia del tango si ricordano Carlos Gardel e, in tempi più recenti, Astor Piazzola, grazie al quale il tango si è rinnovato, uscendo dai vicoli e arricchendosi di atmosfere proprie dei linguaggi della musica classica e del jazz.  Completa l`audiovisivo un`analisi del lessico, delle tematiche e dei movimenti del tango. Il poeta Horacio Ferrer, ricordando che nella composizione dei testi per il tango ci si affida alla melodia più che al ritmo, rimarca il legame tra questa danza e i temi della letteratura universale: la vita, il tempo, l`amore e la morte. 

Tratta dallo stesso film è disponibile sul Tubo anche la sigla d’apertura, molto bella!

Descanse en paz, Maestro

Nella loro apparizione alla grande kermesse di fine 2008 sulla Riviera Romagnola, il Tango Fusion di Bellaria, ecco l’interpretazione di questo splendido pezzo di Carlos Di Sarli cantato da Alberto Podestà.

Tú el cielo y tú

1944

Musica: Mario Canaro
Testo: Héctor Marcó

Tibio está el pañuelo, todavía,
que tu adiós me repetía
desde el muelle de las sombras.
Tibio, como en la tarde muere el sol,
mi sol de nieve, sin esperanza y sin alondras.
Tibio guardo el beso que dejaste
en mis labios al marcharte
porque aún no te olvidé…

Tú…
yo sé que el cielo,
el cielo y tú,
vendrán acá para salvar
mis manos presas a esta cruz.
Si esta mentira audaz
busca mi pena,
no la descubras tú
que me condena.
Guárdala en ti,
que es mi querer,
desengañarme así
será más cruel.

No…
no me repitas ese adiós…
que esto lo sepa sólo Dios,
el cielo y tú…