Categorie

Translate

Tanguear TV

giugno: 2017
L M M G V S D
« Apr    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Tango Evolution Radio

Articoli marcati con tag ‘La Cumparsita’

Grazie al buon cantandotangos ecco una selezione di ben 11 brani, per lo più in versione solo orchestrale, di cui più in basso riporto autori e titoli: 30 minuti a tutto tango

1 ) Fulvio SalamancaPelele
2 ) Lorenzo BarberoDon Juan
3 ) Enrique MoraLa Tablada
4 ) Alberto Di PauloA la Grán Muñeca
5 ) Alfredo AttadiaEl Pensamiento
6 ) Alberto MancioneEl Cencerro
7 ) Angel DominguezEl Monito
8 ) Baffa – BerlingieriQue Noche …!!
9 ) Florindo SassoneBahia Blanca
10 ) Juan Sanchez GorioEl Pollito
11 ) Alfredo De AngelisLa Cumparsita

Dopo quella postata parecchio tempo fa e più incentrata sul suo privato, eccovi un’altra ottima trasmissione sul Varón del Tango, questa volta più orientata alla sua parabola artistica e raccontata dagli artisti che l’accompagnarono.

E per raccontare ancora un po’ della sua arte, eccovi il brano di cui parla Leopoldo Federico in cui, sulle note de La Cumparsita, Sosa recita i versi di Por qué canto así di Caledonio Esteban Flores, che sembra essere il manifesto del suo modo di cantare.

Perchè canto così

Chiedo il permesso signori
che questo tango… che questo tango parli per me
e la mia voce tra i suoi suoni dirà…
dirà perché canto così.
Perché quando ero piccolo
perché quando ero piccolo mi cullava in tango la canzone materna
per chiamare il sogno,
ed ho ascoltato il lamento dei bandoneones
sotto il pergolato del mio vecchio patio;
perché ho visto la sfilata delle crudeltà
con i miei poveri occhi piangenti e aperti
e nella triste stanza dei miei buoni vecchi
la povertà cantò la sua canzone d’inverno.

Ed io sono cresciuto nei tangos,
modellato nel fango, nella miseria
nelle amarezze che dà la povertà,
nei pianti materni,
nella ribellione di chi è forte ma deve incrociare le braccia
quando viene la fame.


Ed io sono cresciuto nei tangos,

perché il tango è maschio
perché il tango è forte!
Ha odore nella vita
ha sapore… nella morte;
perché ho amato molto, e perché mi hanno ingannato
ed ho passato la vita masticando sogni;
perché sono un albero che non ha mai dato frutti,
perché sono un cane che non ha padrone,
perché nutro odi che non ho mai svelato,
perché quando amo,
perché quando amo mi dissanguo in baci,
perché ho amato tanto, e non mi hanno amato;
per questo, canto con tanta tristezza… per questo!

Intervista del 2008 di Gian Franco Grilli tratta da mi Caribe, inframezzata da brani dell’album ed altri.


Daniel Melingo rilegge il tango e ha cambiato il proprio look. Si è accorciato i capelli, indossa abiti scuri, aria esistenzialista. Non per nulla. Messi alle spalle, ma non abbandonati, rock e jeans è diventato un grande interprete del tango.

E’ considerato il moderno ambasciatore del tango-canción, il genere inventato da Carlos Gardel. In principio fu il rock a dominare la sua vita musicale tra Argentina ed Europa. Ma la sua vera realizzazione artistica avvenne dieci anni fa con il sound rioplatense del tango. Con una voce speciale – è un basso – un registro profondo, virile, un po’ Tom Waits e un po’ Nick Cave, Melingo ci racconta il suo tragitto artistico, tra bandoneón, clarinetto, chitarra, rock, tango, milonga, lunfardo, poesia, teatro, passato e presente.E ci parla anche dei suoi preferiti. Ecco la conversazione raccolta in occasione del concerto che ha tenuto alla Salumeria della Musica di Milano per presentare l’ultimo album Maldito Tango (Mañana- Naïve).

 

Possiamo cominciare con una sintetica carta d’identità?

Leggi il resto di questo articolo »

Il secondo appuntamento di questo fine agosto con i filmati inediti di Tanguear ci porta a vedere un trio ricavato dall’Orquesta Típica del compianto Alfredo Marcucci e formato da Gianni Iorio al bandoneón, Valentina Rauseo al violino e Ciro Cirri al  contrabbasso, con la voce di Massimo Martino ed i ballerini Marcelo Ballonzo ed Elena Garis. L’occasione è quella di un recital presso l’Associazione Culturale “SIKANIA”di Settimo Torinese il 6 dicembre 2009.

I brani proposti sono Chiquilin de Bachin di Astor Piazzolla e Horacio Ferrer, Milonga de mis amores di Pedro Laurenz, Volver di Carlos Gardel e Alfredo Le Pera, Fracanapa e Escualo di Astor Piazzolla e La Cumparsita di Gerardo Matos Rodríguez.

Valentin Cruz e Marlise Machado, Gustavo Rosas e Gisela Natoli, Daniel Oviedo e Mariana Casagrande, Filipe Nobre e Daiana Pujol, nello show durante il I Festival Internacional de Tango de Porto Alegre, tenutosi dal 3 al 6 giugno 2010.

Durante il Taipei Tango Festival 2008